Il legno autoportante per ricostruire Accumoli

Un articolo di Sara Frumento

Da Accumoli ad “Accupoli”: la ricostruzione attraverso il legno compensato autoportante: l’iniziativa di Housing in Emergency for Life and People

Ad un anno dalla seconda scossa sismica che ha investito il centro Italia (26 ottobre 2016), dopo il Villaggio del Cibo di Amatrice, un altro spazio di riaggregazione sta prendendo forma presso Accumoli, comune simbolo, suo malgrado, insieme ad Amatrice del terremoto del Centro Italia.
È la risposta concreta all’emergenza da parte di Housing in Emergency for Life and People (H.E.L.P. 6.5), l’associazione fondata a luglio 2017 dall’architetto torinese Lorena Alessio, ricercatrice al Politecnico di Torino e da un pool di studenti ed ex studenti dell’ateneo stesso, coordinato da Carola Novara, vicepresidente di H.E.L.P. 6.5, Chiara Mezzasalma, Francesca Turnaturi e Matteo Goffi.
Accupoli, questo il nome del progetto, è un centro aggregativo atto ad accogliere eventi ed incontri per la collettività ed è la prima struttura in Italia realizzata, nelle parti portanti, in legno multistrato, più comunemente denominato compensato.
La nascita di Accupoli è il frutto della collaborazione tra il Politecnico di Torino e il Kobayashi Lab di Tokyo ed è lo sviluppo concreto di un modulo sperimentale nato sulla falsariga del sistema costruttivo Veneer House, messo a punto dal professor Hiroto Kobayashi dopo il terremoto del Tohoku del 2011, che provocò uno tsunami e il disastro di Fukushima.

Continua a leggere:

http://www.ingegneri.info/news/strutture/il-legno-autoportante-per-ricostruire-accumoli/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...